real
time web analytics
Ultimo aggiornamento:21 November 2018 - 5:25.
Articolo di: Giada Ferri
ultimi 3 Papi credits foto AnsaDa sinistra: Papa Giovanni Paolo II, Papa Francesco, Papa Benedetto XVI. Credits foto: Ansa
AGGIORNAMENTO delle 19:40

In merito al ritrovamento delle ossa in un'area in ristrutturazione della Nunziatura Apostolica, sita in Via Po, a Roma, il card. Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, dichiara: «Da parte della Santa Sede non è stato fatto alcun collegamento con Emanuela Orlandi», aggiungendo: «Non so chi ha messo in relazione questa vicenda con il caso Orlandi» e ribadendo con: «Da parte della Santa Sede non è stato fatto alcun collegamento con il caso di Emanuela Orlandi». È il Sir, l'agenzia dei vescovi, a riferirlo.
[Fonte: ANSA]

AGGIORNAMENTO DELLE 19:44

Sul come mai la Segreteria di Stato vaticana abbia tempestivamente avvisato la Procura diSede Nunziatura Apostolica, Roma Via Po credits foto Google Maps Street ViewSede Nunziatura Apostolica, Roma Via Po credits foto Google Maps Street View Roma, il card. Parolin dichiara al Sir quanto segue: «Per ragioni semplicemente di trasparenza, perché non ci siano recriminazioni sul fatto che la Santa Sede abbia tenuto nascosto qualcosa. Le cose si fanno con la maggior apertura e la maggior trasparenza. Sono stati trovati dei resti, si è voluto sapere esattamente cosa si stesse facendo, di chi fossero, e quindi è stato chiesto aiuto all'Italia».

«Si è sempre fatto di tutto per accertare la verità» dichiara il clero in capo alla presenta di eventuali dossier sul caso Orlandi.
«Non posso dire molto, sono arrivato che il caso era già stato archiviato. Da parte nostra, c'è la disponibilità ad aiutare a risolvere questo caso», continua Parolin rispondendo in merito a presunte "trattative" e continua: «Mi dà tanto dolore per la famiglia, soprattutto per la mamma». «Capisco cosa significhi non sapere cosa è successo alla figlia, se sia viva o morta, e se è morta dove è stata sepolta», ha dichiarato.

«Aspettiamo gli accertamenti prima di fare qualsiasi dichiarazione. Bisogna sapere di cosa si tratta: se sono ossa di 200 anni fa è una cosa, se sono ossa di qualche anno fa è un'altra», conclude.
[Fonte: ANSA]

AGGIORNAMENTO DELLE 19:45

1.Locandine scomparsa Orlandi e Gregori 1983È ormai stato accertato che le ossa sepolte sotto il pavimento di una dependance della Nunziatura Apostolica a Roma appartengano a due persone diverse.

Circa 70 i frammenti analizzati, tra i quali alcune parti di un bacino e di una vertebra. I resti esaminati presenterebbero invecchiamenti diversi e sarebbero state rinvenute più ossa della stessa regione del corpo a confermare l'ipotesi.

Non si sa invece ancora con certezza il sesso dei corpi. Domani - 8 novembre 2018 - dovrebbero iniziare le estrazioni di Dna con la procedura di taglio e polverizzazione delle ossa. Lo step successivo sarà la comparazione del codice genetico con quello dei familiari di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori, per escludere definitivamente la possibilità che si tratti di almeno una delle ragazze scomparse nel 1983 o confermarlo.

A quanto emerge, sarebbe stato sentito l'ultimo custode che ha abitato la dependance.
[Fonte: ANSA]



Articolo di: Giada Ferri

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Direttore Responsabile: Mario di Francesco

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).