real
time web analytics
Articolo di: Claudio Di Renzo
Foto di : Giancarlo Biagini

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

20191217 Inaugurazione Mostra Leonardo 20 Il direttore della mostra Augusto BiagiNel cuore di Roma,a pochi passi da Campo de' Fiori prosegue la mostra permanente di Leonardo da Vinci. Uno spazio espositivo nel Palazzo della Cancelleria che, in uno spazio sensoriale, da la percezione di una totale immersione nel passato pur mantenendo l'attualità dell'ingegno del grande maestro.

Oltre 65 macchine di Leonardo tratte dai "codici vinciani" realizzate interamente in legno, sono presenti nel palazzo di proprietà del Vaticano, sede tra l'altro della 'Sacra Rota', a cui si aggiungono 9 ologrammi che danno la possibilità della visualizzazione tridimensionale.

Ed in occasione del Christmas Cocktail, per la celebrazione dei 500 anni dalla morte del genio, il direttore della mostra, Augusto Biagi, ha presentato nuove installazioni con realtà aumentata e video mapping in 3D sulle invenzioni e sull'anatomia umana.

Presente anche Ludovico Fremont, giovane attore, ma con esperienza teatrale e cinematografica, che ha voluto, con la sua presenza, onorare queste novità all'interno dello spazio museale.

All’interno della Mostra, inoltre, viene conservata nei sotterranei una parte della falda acquifera che scorreva in questa zona e che veniva alimentata dal canale Euripus. Nell’acqua è conservato un Sepolcro del 43 a.C., appartenuto ad Aulo Irzio. Un tesoro nascosto della Roma sotterranea visibile grazie all’apertura di questa mostra.


Articolo di: Claudio Di Renzo

Foto di : Giancarlo Biagini

 

Gallery:

 

 

 

 

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma: 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Codice Destinatario Fattura Elettronica: N92GLON

Direttore Responsabile: Gianni Bondini

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Questa testata non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene grazie ai partner commerciali.

 

Ti piace l'articolo?

Close

Premi il bottone sottostante per seguirci