real
time web analytics
Articolo di: Federico Pasquali
Foto di : Giancarlo Biagini

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

20181210 Amici come prima 008La voglia di ridere non passa, e la separazione artistica di ben 13 anni tra Massimo Boldi e Christian De sica, sembra essere acqua passata con l'uscita del nuovo film Amici Come prima Una produzione Medusa film e Indiana Production.

Una separazione, a quanto riferisce Boldi, consensuale e programmata, in cui l'amicizia tra i due mattatori non è mai stata minata, derivata anche da esigenze contrattuali di due differenti produzioni, aggiunge De Sica.

Cesare (Christian De Sica) è lo stimato direttore del Relais Colombo, hotel di lusso di Milano. Con l’arrivo di nuovi soci cinesi intenzionati a rivoluzionare tutto, Luciana (Regina Orioli), figlia di Massimo Colombo (Massimo Boldi), storico proprietario dell’hotel, licenzia per primo proprio il direttore. Cesare, rimasto senza lavoro, scopre che Luciana sta cercando per suo padre una badante, ed è disposta a spendere 5000 euro al mese pur di arginare il vivace e arzillo Massimo. La prospettiva di uno stipendio così allettante spinge Cesare a candidarsi. Aiutato dal suo amico Marco (Maurizio Casagrande) si traveste da donna e diventa la seducente Lisa che, travolgendo Massimo al primo incontro, viene assunta.
Tra esilaranti imprevisti e situazioni equivoche, nasce un’intesa perfetta. Cesare però non ha il coraggio di svelare la verità alla moglie Carla (Lunetta Savino) e al figlio Matteo (Francesco Bruni), che continuano a crederlo direttore dell’hotel. Per quanto tempo riuscirà a tenere nascosta a tutti la sua doppia identità?

Cristian De Sica afferma: "Fin dal primo giorno di riprese di Amici come prima sia io che Boldi abbiamo avuto la sensazione di non esserci mai lasciati e che quei 13 anni non fossero mai passati. Sia io che lui abbiamo provato e sentito intorno a noi un entusiasmo e una vitalità che ci hanno fatto ringiovanire di 40 anni: per noi è stato come ritornare a quando ci siamo conosciuti nel lontano 1971 e ci esibivamo insieme a Milano nel gruppo musicale "La pattuglia azzurra" io come cantante e lui come batterista" ed aggiunge "E' una commedia ricca, all'americana, piena di situazioni frenetiche e colorate, c'è una storia ben definita come filo conduttore a differenza della comicità slapstick proposta in passato dai nostri Cinepanettoni natalizi da cui però abbiamo mutuato alcuni piccoli innesti di comicità, due/tre citazioni che il pubblico sicuramente aspetta venendo a rivedere di nuovo insieme me e Massimo. La dedico idealmente ad un grande amico che non c’è più, Carlo Vanzina, a cui devo tutto o quasi quello che mi è arrivato attraverso il cinema e con l'occasione ringrazio vivamente i produttori di Indiana e di Medusa che mi hanno lasciato libero di fare il film esattamente come volevo".

Si, perché oltre ad essere attore, Christian De Sica è anche il regista, sceneggiatore, ed autore.

Ottantacinque minuti da ridere senza pensare ad altro. Un cinepanettone? Vedremo. Per il momento le produzioni si augurano di raggiungere  gli incassi dei cinepanettoni.


Articolo di: Federico Pasquali

Foto di : Giancarlo Biagini

 

 

GALLERY:

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma: 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Codice Destinatario Fattura Elettronica: N92GLON

Direttore Responsabile: Mario di Francesco

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Questa testata non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene grazie ai partner commerciali.

 

Ti piace l'articolo?

Close

Premi il bottone sottostante per seguirci