real
time web analytics
Articolo di: Riccardo Piccioli
Foto di : Giancarlo Biagini

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

20170717 notte taranta nw 0002Il tarantismo o tarantolismo è considerato un fenomeno isterico convulsivo. E quando la musica assume un ritmo che diventa ipnotico, caldo, e non si può fare a meno di muoversi al suo ritmo e ci si trova nel salento con il suo calore, il suo profumo, ecco che tutto questo assume il nome di Taranta. E la notte della taranta, il più grande festival d'Italia, taranta richiama ogni anno migliaia di persone in una festa itinerante che si muove proprio nel salento, guidata da un maestro concertatore.

Quest'anno, il Live di Porta di Roma, ha portato le sonorità, il vernacolo, lo spettacolo e la festa proprio a Porta di Roma ospitando l'Orchestra Popolare della Notte della Taranta, in una serata in cui tanti appassionati, hanno riempito la piazza ballando sulle orme dei ballerini presenti sul palco. Una band composta da dieci elementi hanno eseguito i brani più celebri e più conosciuti della taranta. Chitarra, Basso, Batteria, ma anche tamburello popolare salentino, organetto, fisarmonica, mandola, flauti di pan. Insomma un insieme di strumenti omnipresenti nella musica moderna a cui si affiancano strumenti tradizionali e locali per la creazione di un sound davvero riempito di sfumature mediterranee. 

Ma chi crede che la pizzica e la taranta siano solo fenomi tradizionali e locali, si sbaglia di grosso. Nomi importantissimi del panorama nazionale ed internazionale hanno preso parte, alcuni come ospiti delle edizioni annuali, altri come maestri concertatori alle varie edizioni della notte della taranta cimentandosi con una trasformazione del proprio stile musicale nello studio di questo fenomeno in costante crescita. E' il caso ad esempio di Daniele Sepe, ma anche Stewart Copeland, batterista dei Police, Mauro Pagani, Phil Manzanera dei Roxy Music, Carmen Consoli, Luciano Ligabue, Goran Bregovic, Alessandra Amoroso, Eugenio Finardi ed un lunghissimo elenco di molti altri muscisti, cantanti e cantautori.

Grandissima partecipazione del pubblico a Porta di Roma, che ha messo vicino appassionati del genere musicale e curiosi, che hanno voluto assaporare gratuitamente questo genere musicale, coinvolgente al punto di riuscire a vedere fan di ogni età, bambini adolescenti, adulti, ballare da soli od in gruppo persino sulle balconate dei piani superiori.

Bellissima serata con grande successo quindi in questa edizione LIVE di Porta di Roma.

 

 

Articolo di: Riccardo Piccioli


Foto di : Giancarlo Biagini


SetList:

sta cala lu serenu de le stelle

Pizzica 'Te Stira'

Fimmine Fimmine

Cent'anni sale

Pizzica di Copertino

L'acqua de la funtana

Pizzica su picculine

La cardilleddhra

Quant'ave

Aradeo A

Fuecu

Lu risciu de lu mare

Ela mu kundà

Aria Gaddhipulina

Pizzica di Torchiarolo

Lu zinzale

Pizzica ncete na caruseddhra

Cunuscu na carura

Kalinitta

Pizzica di San Vito

 

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma: 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Codice Destinatario Fattura Elettronica: N92GLON

Direttore Responsabile: Mario di Francesco

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Questa testata non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene grazie ai partner commerciali.

 

Ti piace l'articolo?

Close

Premi il bottone sottostante per seguirci