real
time web analytics
Articolo di: Riccardo Piccioli

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

auditorium pdmAttenziò, Concentraziò ... 25 anni di carriera sui palchi di tutta Italia. 25 canzoni previste nel set del concerto che La Bandabardò porterà domani dal vivo nella Cavea dell'Auditorium Parco della musica di Roma.

Dopo aver pubblicato a giugno la nuova versione del singolo 'Se mi rilasso, Collasso",brano nato in un bollente sottotetto fiorentino, questa nuova versione con la partecipazione di Stefano Bollani, Caparezza, Carmen Consoli, Max Gazzè e Daniele Silvestri, è stato conosciuto a lungo con il titolo di "Attenziò.. Concentraziò" le prime parole della canzone. Oggi prende il nome che da sempre il pubblico ha preferito: “Se Mi Rilasso Collasso”, e torna fare il suo giro con nuovi interpreti, nuovi arrangiamenti e nuove parole. Il brano diventa un magnifico regalo alla “Banda” da parte di un mondo di musicisti amici ed amati.

A distanza di 20 anni il pezzo resta il ritratto di una generazione e continua a rappresentare i nuovi ventenni, ancora sotto palco, ancora a urlare: “Attenziò Concentraziò Ritmo e Vitalità”. E questa vitalità ed i ritmi vengono portati in tour dalla Bandabardò toccando il 1 agosto l'Auditorium Parco della Musica nell'ambito del tour che appunto festeggia i 25 anni di carriera ed i 25 anni di successi circondati dall'affetto straripante del pubblico, che partecipa sempre numerosissimo ai concerti, cantando infaticabile ogni canzone, duettando continuamente con gli artisti sul palco, senza perdersi un solo verso, in uno scambio d’intesa che non smette mai di sorprendere la Banda stessa. Uno show travolgente come di consueto, uno show da nozze d'argento.


Articolo di: Riccardo Piccioli

 

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Direttore Responsabile: Mario di Francesco

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Questa testata non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene grazie ai partner commerciali.

 

Like what you see?

Close

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...