real
time web analytics
Articolo di: Giancarlo Biagini

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Col corpo capiscoIl terzo appuntamento con la rassegna Aprile in Danza sarà in scena domenica 22 aprile al Teatro Palladium con uno spettacolo di Adriana Borriello Col Corpo Capisco#2. Il titolo è emblema stesso di una dichiarazione, un manifesto, un modo di stare al mondo. Al centro del progetto modulare è infatti la trasmissione da corpo a corpo che pone in primo piano il sentire e genera forme di comunicazione empatica. La danza, essenza dell’atto “inutile” che riflette su se stesso, diventa medium di conoscenza della non-conoscenza, sapienza del corpo, dell’esserci.
Il primo movimento, Col Corpo Capisco#1, costituiva la partitura originaria che raccoglie i fondamenti della prassi e funge da tema: Col Corpo Capisco#2, invece, è la prima variazione generata dalla “visita” di una quarta interprete che, nel confrontarsi con i principi e la scrittura coreografica del tema, apre a nuovi quesiti e obbliga ad una ri-generazione e ri-scrittura della partitura coreografico-musicale originaria. Qui la danza è insieme l'atto e la sua contemplazione, il creativo che diviene ricettivo, e viceversa; qui il corpo è sostanza elementare, spazio-tempo che si materializza e s'incarna in forme visive e sonore, è timbro e risonanza che tocca l'altro e svela l'invisibile, l'inudibile, l'indicibile.

Con Adriana Borriello, Donatella Morrone, Ilenia Romano, Cinzia Sità, musica Roberto Paci Dalò una produzione Compagnia Adriana Borriello, Atacama in collaborazione con Spazio Aereo Venezia première La Biennale di Venezia / Biennale Danza 2016.


Articolo di: Giancarlo Biagini

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Direttore Responsabile: Mario di Francesco

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Like what you see?

Close

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...