real
time web analytics
Articolo di: Claudio Di Renzo
Foto di : Giulia Piccioli

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 VIRTUS ROMA - SEGAFREDO BOLOGNA

 

La Virtus Roma non riesce ad interrompere la corsa della capolista Segafredo Virtus Bologna: nella prima giornata del girone di ritorno, davanti ai 7750 spettatori di un caldissimo PalaEur, i romani si arrendono 97 a 68, al termine di un match mai realmente in bilico e contro un avversario troppo superiore per valori tecnici e profondità di roster. Si tratta della quarta sconfitta consecutiva per una Virtus Roma che, dopo aver accarezzato nel corso del mese dicembre l’illusione di potersi affacciare nella parte alta della classifica, ora si ritrova al tredicesimo posto, appaiata alla Grissin Bon Reggio Emilia.
Le parole di coach Piero Bucchi al termine della gara: «Dobbiamo lavorare tanto per trovare il ritmo che in questo momento sicuramente ci manca. Dobbiamo chiuderci in palestra e lavorare. Mi scoccia il fatto di aver perso ritmo con queste sconfitte, abbiamo fatto una buona partita a Trento ma da lì si è perso qualcosa a livello di condizione. È vero che abbiamo incontrato squadre molto buone ma noi dobbiamo fare di più comunque. Dobbiamo ritrovare brillantezza e una buona intensità, e si può fare solamente se riesci ad allenarti bene con continuità. White ha fatto cinque minuti eccellenti, è un giocatore ovviamente ancora non in condizione ma nei minuti in cui aveva benzina è riuscito a dimostrare che è un giocatore di grandissimo temperamento e su questo non avevamo dubbi, gli occorrerà tempo per mettersi in condizione».
I romani sono attesi ora da una doppia insidiosa trasferta, prima a Brindisi e poi a Cremona, che molto dirà del futuro del proprio campionato.

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma: 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Codice Destinatario Fattura Elettronica: N92GLON

Direttore Responsabile: Gianni Bondini

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Questa testata non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene grazie ai partner commerciali.

 

Ti piace l'articolo?

Close

Premi il bottone sottostante per seguirci