real
time web analytics
Articolo di: Riccardo Piccioli
Foto di : Claudio di Renzo

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

20200812 Settecolli 2day 262757^ Edizione Settecolli Frecciarossa E le sorprese si ripetono. Anche nella seconda giornata di gare della 57^ edizione del Trofeo Settecolli Frecciarossa di Roma le emozioni non sono mancate.

Nella 100 metri farfalla donne Ilaria Bianchi con il tempo di 58"73 batte di soli 16 millesimi Elena Di Liddo che aveva condotto tutta la gara fino ai 25 metri finali, detentrice del record italiano di specialità. Tempi leggermente al di sopra delle aspettative ma che senza dubbio sono dipesi dalla mancanza di continuità degli allenamenti dei mesi precedenti. “Come ripresa va bene. Volevo nuotare sotto i 59’’ e ci sono riuscita”. “E’ ricominciata la stagione – afferma invece Elena – Non vedevamo l’ora. Io ho nuotato in mare in questo periodo e adesso per fortuna da settembre si riparte”.

Le gare passano ai 200 farfalla maschili: Federico Burdisso, detentore del record italiano, si impone nella gara con il tempo di 1'54"83 a soli quattro decimi dal suo record spingendo in gara sin dall'inizio rimarcando la sua terza miglior prestazione personale. “Sono abbastanza soddisfatto per questo duecento - commenta- Potevo fare meglio, valgo di meno ma va bene ugualmente. L’ultima vasca è sempre più faticosa per me. Ci sto lavorando”.

25 anni compiuti oggi, e la vittoria ne 100 metri dorso femminile sono senza dubbio un bel regalo per Margherita Panziera, atleta del gruppo sportivo Fiamme Oro, unica nuotatrice a nuotare sotto il minuto fermando il cronometro a 59"96. Seconda sul podio Silvia Scalia seguita da Zofkovà Costa De Saint. “Devo confessare che sono stanca. E’ stato parecchio difficile. Sapevo che la forma era questa. La condizione è comunque buona. Vediamo domani nei duecento cosa succede”.

Il francese Mewen Tomac segna il record del Campionato con il tempo di 53"29 seguito dagli azzurri Thomas Ceccon e Simone Sabbioni detentori rispettivamente del record italiano juniores ed il record italiano.

Spazio ai 400 misti. Per la gara femminile Luisa Trombetti vince in 4’45”24, davanti a Sara Franceschi e Alessia Polieri. “Ho provato a fare una gara intelligente. Mi sentivo come una ragazzina alle prime armi. Dopo la quarantena era difficile e allo stesso tempo molto stimolante pensare di riprendere. Sono soddisfatta. Ho nuotato meglio che a dicembre”.

In campo maschile, sempre sulla distanza dei 400 metri misti, l’ungherese David Verraszto chiude in 4’12”66. Sul podio degli assoluti, cosa a dir poso inusuale per il nuoto due fratelli: Pier Andrea Matteazzi secondo con il record personale di 4’15”03 e Massimiliano Matteazzi terzo con 4’20”86 Molto soddisfatto Pier Andrea, allenato insieme al fratello da Federico Benda, che si è migliorato di sette decimi. “L’obiettivo era quello di avvicinarmi il più possibile al mio personale. Ho commesso qualche errorino ma ci sono riuscito e sono contento”.

20200812 Settecolli 2day 1787La tanto attesa gara dei 100 metri stile libero femminili riporta Fedrica Pellegrini al successo nella sua piscina preferita, quella dove ha vinto i mondiali del 2009. Nella corsia accanto Silvia Di Pietro e poco distante l'atleta belga Valentine Dumont. Si impone Pellegrini con il tempo di 54"33 seguita dalla Dumont e Silvia di Pietro si classifica 3 sul podio. “Onestamente non è un grandissimo tempo, Dopo i cinquanta di ieri mi aspettavo di andare sotto. Il secondo step verso i duecento di domani mi lascia una incognita. Ieri il cinquanta è stato più veloce, il cento di oggi non mi ha soddisfatta in pieno. Vedremo cosa succederà”.

Bellissima la gara di Alessandro Miressi che dimostra di aver ripreso perfettamente dopo il periodo di lockdown nei 100 metri stile libero maschile. Il tempo sul cronometro si ferma sui 48”15 con il record dei campionati. “Avevo fatto un test tre settimane fa con un discreto 49”3. Ero ancora in fase di carico. Prima di venire a Roma, invece, avevo scaricato un minimo. Sono felice del risultato anche perché sono andato a tre decimi dal mio migliore e ho stabilito il record del Sette Colli. Adesso due settimane di vacanza e poi si riprende con la nuova stagione”.

Nei 50 metri rana, ormai a riflettori accesi, Benedetta Pilato si impone su tutte con il tempo di 29"85 stabilendo il record italiano e mondiale juniores. E’ il sesto tempo mondiale all time, record italiano assoluto, cadette e juniores. “L’obiettivo era provare a tornare sotto i trenta – afferma la pugliese DOP - Sono soddisfatta, il record del mondo junior lo stavo puntando da un po’, poi la stagione è andata come è andata. Ammetto che le aspettative su di me sono aumentate da parte di tutti ma io rimango tranquillissima. Anche ieri speravo di migliorare il personale dei 100 ma sono comunque soddisfatta”.

Anche i 50 rana maschili vengono dominati da Nicolò Martinenghi vincendo la gara dopo evr vinto quella dei 100 metri. Il campione del mondo junior 2017, tocca per primo in 26”94, terzo tempo mai nuotato in carriera. “Torno a casa con valigia piena di medaglie pesanti e risposte importanti. La gara non era cominciata bene; forse è stata la partenza peggiore di sempre. Alla fine è venuto fuori un buon cinquanta. Questa la considero la prima fatica di inizio stagione. Tra poco, infatti, riprenderemo ad allenarci”.

Per finire la gara degli 800 metri femminile, in assenza dell'atleta romana Simona Quadarella, viene condotta e vinta da Martina Rita Caramignoli, dopo la bella vittoria di ieri nei 1500 metri che le è costata un po' di fatica con il tempo di 8’24”16. Il tempo odierno migliora il tempo personale dell'atleta sul gradino del podio più alto: “Oggi ero particolarmente stanca dopo i 1500 di ieri. Per l’adrenalina ho dormito poco più di due ore stanotte. Ci tenevo a vincere. Mi sono allenata tanto. Ho fatto molti sacrifici e credo di meritarmi queste vittorie”. Nella gara maschile invece, che ha concluso la seconda giornata di gare della 57^ edizione del Trofeo Settecolli Frecciarossa, Gregorio Paltrinieri si è imposto stabilendo il tempo di 7'40"22 davanti al suo amico Gabriele Detti. “Non stavo aspettando le gare per valutare il programma di lavoro che stiamo facendo – dice Greg, – perché ero sicuro che stava andando bene. Oggi è venuta fuori una bella gara: 7’ 40” è un tempo importante. Tra una settimana ho anche il fondo a Piombino quindi la preparazione doveva tenere conto di entrambe. Sono arrivato qui tranquillissimo. Non pensavo a niente. Mi sono tuffato in acqua ed è venuta fuori una bella gara. Al Settecolli mi diverto sempre”.


Articolo di: Riccardo Piccioli

Foto di : Claudio di Renzo

 

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma: 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Codice Destinatario Fattura Elettronica: N92GLON

Direttore Responsabile: Gianni Bondini

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Questa testata non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene grazie ai partner commerciali.

 

Ti piace l'articolo?

Close

Premi il bottone sottostante per seguirci