real
time web analytics
Articolo di: Giulia Piccioli
Foto di : Riccardo Piccioli

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

20190623 56 Settecolli Finali 1228Nel pomeriggio conclusivo della 56^ edizione del trofeo Settecolli - Internazionali di nuoto di Roma, quest'anno tappa del circuito LEN Swimming CUP, l'azzurra Margherita Panziera accede alle finali accanto alla campionessa ungherese Katinka Hosszu.

Sicuramente una gara incredibile di altissimo livello agonistico in cui la nuotatrice azzurra, che già nella mattinata aveva primeggiato nelle batterie davanti al pubblico di casa, ha percorso le quattro vasche del Foro Italico, interpretando una gara in progressione e anticipando l’ungherese di due secondi. Ai 100 metri Hosszu era avanti appena due centesimi, nella terza frazione Margherita recuperava già quasi un secondo20190623 56 Settecolli Finali 0695 e nell’ultima 20190623 56ediz Settecolli Margherita Panziera 50dorso 0018aumentava il ritmo fino a raddoppiare il gap: oro e record della manifestazione per l’azzurra, campionessa iridata ed europea allenata da Gianluca Belfiore, regalando un tempo finale di 2'06"87, tempo che peraltro diventa record della manifestazione stabilito lo scorso anno proprio da Margerita sul crono di 2'07"16 nella stessa vasca.

Il pubblico del Trofeo Settecolli ha incitato l'italiana per tutta la gara come a voler dar forza a quelle bracciate, un pubblico entusiasta come sempre ai lati della vasca del tempio italiano del nuoto sede dei campionati mondiali del 2009.

“Sono contenta di aver fatto una buona gara nonostante l’enorme fatica – racconta Margherita Panziera – L’obiettivo era fare sotto i 2”07 nonostante la forma non al top dato che non ho scaricato e quindi riuscire a fare un secondo più del mio migliore in questo periodo va molto bene, adesso bisogna definire gli ultimi dettagli per il mondiale. Avere affianco Katinka mi ha aiutato molto nella prima parte visto che lei passa forte il primo 100 e poi grazie al mio punto di forza del ritmo costante in tutte le vasche sono riuscita a risalire nella seconda metà di gara. Il Sette Colli per me finisce qui, questo mese dobbiamo rifinire gli ultimi dettagli, poi farò le valige per Gwangju”. Appuntamento dunque, dopo i prossimi allenamenti a Livigno, ai prossimi mondiali nella Corea del Sud.


Articolo di: Giulia Piccioli

Foto di : Riccardo Piccioli

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma: 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Codice Destinatario Fattura Elettronica: N92GLON

Direttore Responsabile: Mario di Francesco

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Questa testata non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene grazie ai partner commerciali.

 

Ti piace l'articolo?

Close

Premi il bottone sottostante per seguirci