real
time web analytics
Articolo di: Giancarlo Biagini
Foto di : Riccardo Piccioli

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Simona QuadarellaTitolo mondiale e record italiano il bottino portato a casa da Simona Quadarella nella sua specialità, i 1500 stile libero femminile, ai mondiali di Gwangju in Corea del Sud. Con il cronometro fermo sui 15'40"89 la ventenne atleta romana si candida subito alla vittoria in una gara dominata dall'inizio imponendo alle avversarie un ritmo davvero sostenuto che ha portato a sfiorare anche il record europeo e confermando il tuo tempo come il quarto migliore di sempre.

Complice l'assenza dell'atleta statunitense Katie Ledecky per un virus intestinale, Simona Quadarella è riuscita a distanziare all'arrivo l,'atleta tedesca Sarah Kohler con un distacco di 8", giunta sul secondo gradino del podio con il tempo di 15'48"83 mentre la medaglia di bronzo  è asseganata alla conferma dei risultati da parte dei giudici alla cinese Jianjiahe Wang 15'51"00.

Forte la contentezza e l'entusiasmo dell'azzurra che al termine della gara racconta la fase immediatamente precedenta allo start iniziale: "Ho saputo stamattina dell'assenza della Ledecky, sono rimasta un po' così. Mi sono detta 'bene è un'opportunità'. Sono stato fortunata ma la fortuna va a chi si impegna perché dopo di lei c'ero io" dice ricordando il secondo miglior tempo in batteria."

Anche lo scambio di opinioni con il suo allenatore Cristian Minotti viene esaminato: "Io speravo di vincere dall'inizio. Prima della gara Cristian (Minotti, il suo allenatore ndr) mi ha chiesto che pensi? Io ho risposto 'voglio vincere' e lui, 'bene ma devi usare la testa' e così è stato. Non vedevo l'ora di entrare in acqua e gareggiare, sapevo che avrei vinto".

 

 

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma: 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Codice Destinatario Fattura Elettronica: N92GLON

Direttore Responsabile: Mario di Francesco

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Questa testata non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene grazie ai partner commerciali.

 

Ti piace l'articolo?

Close

Premi il bottone sottostante per seguirci