real
time web analytics
Articolo di: Federico Pasquali
Foto di : Riccardo Piccioli

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

20190623 56ediz Settecolli Federica Pellegrini 200stile 0043La decisione è stata presa al Trofeo Settecolli - Internazionali di Nuoto di Roma, e mai decisione è stata ripagata con un successo clamoroso. Federica Pellegrini conquista il suo quarto oro mondiale a Gwangju in Corea del Sud. Due anni dopo i mondiali di Budapest ecco la conferma dell'atleta più rappresentativa dello sport mondiale, colei che ha inanellato 8 podi consecutivi nelle ultime 8 edizione dei campionati del mondo. Cosi dopo circa un mese dalla decisione presa nel catino del tempio del Foro Italico, la Divina ha colpito ancora ed ha colpito per lasciare il segno: l'ultima vasca nel suo ultimo mondiale nuotata in 29"22 a 31 anni di età.

E la gara non è stata affatto facile visto che la sua avversaria di sempre, Sarah Sjostrom, l'avversaria numero uno, accusa persino iperventilazione all'uscita dalla vasca. Ma Fede conosce la gestione della vasca: sono ormai tre lustri che la Divina si conferma la regina indiscussa della specialità, riesce ad interpretarla con semplicità e naturalezza. E così è. Prima e seconda vasca nel controllo delle avversarie dalla sua quarta corsia con lo sguardo verso la quinta e la sesta da dove l’australiana Ariarne Titmus e la svedese Sarah Sjoestroem portano i loro attacchi piu' probabili della gara. Ed la fase di controllo costa qualche centesimo alla ricerca delle due cuffie gialle delle avversarie, fino a giungere in quinta posizione alla fine dei primi cinquantra metri.

Il punto di forza di Fede è il saper spingere nei momenti opportuni, specie nell'ultima vasca quando le energie nelle altre corsie iniziano a disperdersi al contrario dell'atleta azzurra. La progressione della Pellegrini infatti inizia alla fine dei primi 100 metri di gara, per giungere al 3 passaggio in seconda posizione e risalire in prima al termine della gara con l'unico parziale tra le atlete che scende di 10 centesimi al di sotto dei 29 secondi. Entusiasmo alle stelle per questo ultimo mondiale, in cui Federica, a cavalcioni della corsia chiede il massimo dell'applauso che si addiziona a quello spontaneo del pubblico presente.

1'54"22 il tempo finale della Divina che raccoglie in vasca medaglia d'oro, entusiasmo, commoszione, applausi e la conferma di un posto nella storia.


Articolo di: Federico Pasquali

Foto di : Riccardo Piccioli

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma: 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Codice Destinatario Fattura Elettronica: N92GLON

Direttore Responsabile: Mario di Francesco

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Questa testata non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene grazie ai partner commerciali.

 

Ti piace l'articolo?

Close

Premi il bottone sottostante per seguirci