real
time web analytics
Articolo di: Salvatore Orfino
Foto di : Giancarlo Biagini

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

20190111 corsa miguel 019Presentata oggi a Roma, all'Università del Foro Italico, la Maratona per tutti, che prenderà il via domenica 20 gennaio. La manifestazione podistica che ricorda a Roma la figura del maratoneta-poeta argentino desaparecido Miguel Sanchez arriva alla ventesima edizione. Il classico percorso di 10 chilometri si snoderà lungo il Tevere e all’interno del Parco del Foro Italico, per poi concludersi nell’atmosfera unica dello stadio Olimpico. Prevista la partecipazione di oltre 10mila persone, tra top runers, atleti e semplici curiosi stabilendo così il record della manifestazione, che si svolge con le collaborazioni e i patrocini di Fidal, Coni Servizi, Roma Capitale, Regione Lazio e Uisp Roma.
Ancora volta il tema chiave sarà la bellezza dello stare insieme per sport, dicendo no a ogni tempo di muro, barriera, discriminazione. Così il pettorale numero 1 della gara competitiva andrà all’atleta paralimpico argentino Martin Sharples, un mito della storia della Corsa di Miguel, che correrà i 10 chilometri con una protesi e che arriverà appositamente dall’Argentina. Lo stesso pettorale, ma per la Strantirazzismo, la passeggiata per le scuole e le famiglie, è stato consegnato a Massimo Antonelli, ideatore e trascinatore della squadra multietnica giovanile Tam Tam basket di Castelvolturno. Ma ci saranno anche i ragazzi migranti del Cara di Castelnuovo di Porto grazie a un gemellaggio con il comune della cittadina della via Flaminia. Sempre più robusta la partecipazione del Sod Italia running team, che si presenterà con 7 joelette ovvero carrozzine ideate appositamente per la maratona che consentoni a persone con handicap di partecipare alla maratona spinte da 120 podisti. I ragazzi “trasportati'' potranno in questo modo vivere anche loro le emozioni della corsa di Miguel.
Ma non mancheranno anche i campioni. Particolarmente suggestiva si presenta la gara femminile con in gara due vincitrici del passato, affezionatissime alla Corsa di Miguel: Rosaria Console, giunta sul podio quattro volte nelle precedenti edizioni delle Fiamme Gialle e Layla Soufiane dell’Esercito. Da segnalare anche la presenza di Said El Outmani, sempre dell’Esercito, e della coppia dell’Aeronautica formata da Francesco Bona e Michele Fontana.
Fra le caratteristiche della Corsa di Miguel, come sempre, anche una colonna sonora d’autore. A chiudere la giornata, allo stadio dei Marmi Pietro Mennea, sarà infatti la Piccola Orchestra di Torpignattara, reduce dal grande successo dello spettacolo di Capodanno al Circo Massimo. Particolarmente importante anche la partnership con Radio 2, che si presenterà anche al via con una squadra di podisti formata fra gli ascoltatori. Quanto alla tv, la giornata di domenica 20 sarà raccontata come sempre da Rai Sport con la voce di Andrea Fusco.
La Corsa di Miguel si avvarrà quest’anno dell’aiuto di un nuovo sponsor del settore assicurativo, la Net Insurance. Confermata la presenza di Chinotto Neri, Mizuno, Cisalfa, mentre debutterà anche il marchio Cottorella.
La manifestazione non si esaurirà in una sola giornata. Dopo la grande festa dello stadio Olimpico, infatti, partiranno le gare studentesche del Mille di Miguel e del Lungo di Jesse e Luz, anticipate già in autunno da più di 100 incontri nelle scuole di Roma e del Lazio sul tema della lotta al razzismo nello sport.

Una giornata quindi di festa, dal grande significato simbolico e sociale che ancora una volta, come avviene da 20 anni, fa dell'inclusione il suo aspetto fondamentale.


Articolo di: Salvatore Orfino

Foto di : Giancarlo Biagini

 

 

Gallery:

RomaSportSpettacolo

Periodico Settimanale

Registro Stampa Tribunale di Roma: 141 del 7/9/2017

Produzione ed Edizione: AC Obiettivo Roma

P.iva/C.f. 14368351004

Codice Destinatario Fattura Elettronica: N92GLON

Direttore Responsabile: Mario di Francesco

Tutto il materiale contenuto in questa testata giornalistica è protetto da copyright ed è di prorietà intellettuale dei rispettivi autori.

La materia trova disciplina nei seguenti testi di legge: art. 10, comma 1, convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche (ratificata ed eseguita con la L. 20 giugno 1978, n. 399); artt. 65 e 70, Legge 22 aprile 1941, n. 633 (Legge sul Diritto d’Autore).

Questa testata non usufruisce di contributi pubblici e si sostiene grazie ai partner commerciali.

 

Ti piace l'articolo?

Close

Premi il bottone sottostante per seguirci