Skip to content

Alla città di Roma gli Europei 2024 di Atletica Leggera

400 ostacoli donne 6635

Roma, eletta la capitale dell’Atletica Europea nel 2024 con gare tra i luoghi storici e religiosi

Il match Italia Polonia ha decretato il successo della città di Roma per l’assegnazione della sede dei campionati europei 2024 con la preferenza di quattordici membri su sedici del Council della EA.

Grande soddisfazione per il Comitato Promotore Italiano, composto dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera, dal governo italiano, dall’amministrazione capitolina e regionale, dal CONI da Sport e Salute.

Le bellezze della città di Roma, ancora una volta, sono state fondamentali per la scelta. Non solo lo Stadio Olimpico sarà teatro della Kermesse, ma anche il Colosseo e l’Arco di Costantino saranno il il teatro del lancio del peso, mentre la mezza maratona seguirà il percorso della Half Marathon Via Pacis, con partenza ed arrivo su via della Conciliazione davanti la Basilica di San Pietro.

Dopo 50 anni Roma torna a vivere il sogno Europeo

Il presidente della Federazione italiana Atletica, Alfio Giomi, ha sottolineato il valore dell’atletica leggera in una fase così critica per l’emergenza sanitaria internazionale: “Questo 2020 è stato particolare ma l’atletica ha fatto vedere in Italia, in Europa e nel mondo di saper affrontare anche i momenti più drammatici. Tutti insieme abbiamo dimostrato che ce la possiamo fare, questo è il nostro messaggio. Per i ragazzi che amano la maglia azzurra, avere un evento come questo, gareggiare di fronte a 50mila spettatori, essere protagonisti in casa, è un sogno che si realizza”. Giomi Aggiunge un ultimo pensiero per due grandi campioni della passata edizione degli europei romani: “Lasciatemi ricordare e salutare due personaggi, Pietro Mennea e Sara Simeoni – conclude Giomi – perché il 1974 è stato il loro campionato europeo. Ciò che hanno fatto all’epoca è stato straordinario e voglio ringraziare Sara per quello che continua a fare“.

La passata edizione romana, esattamente 50 anni dal 1974, ha visto infatti, come accennato, enormi gioie: dalla volata d’oro nei 200 metri dell’indimenticabile Pietro Mennea, atleta in grado di conquistare anche le medaglie d’argento nei 100 e nella 4×100, il primo podio tra Europei, Mondiali e Olimpiadi per Sara Simeoni, con la conquista di un bronzo nel salto in alto, e per un altro bronzo, quello di Giuseppe Cindolo nei 10.000 metri.

Grande soddisfazione del Presidente della FIDAL Alfio Giomi

Dietro questo successo, cè stato un grande lavoro di squadra, una vittoria cercata, voluta e ottenuta. Il Presidente Alfio Giomi, dopo l’annuncio della European Athletics ha dichiarato: “È un successo di tutti. L’atletica italiana ha fatto da collante all’impegno del Governo, del ministro Vincenzo Spadafora che vorrei ringraziare per il supporto fortissimo che ci ha dato. Ma non voglio dimenticare chi ha aperto la strada, cioè Giancarlo Giorgetti. Abbiamo trovato un grandissimo sostegno da parte della città di Roma, un sostegno straordinario da Sport e Salute e dal CONI, e la Regione Lazio ha avuto un ruolo fondamentale. Ora l’atletica italiana ha un obiettivo importante di fronte a sé e la promozione di questo campionato europeo farà crescere la nostra meravigliosa disciplina“. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin