Skip to content

Attacco hacker alla Regione Lazio paralizza le attività sanitarie

Nicola Zingaretti

Un attacco ai sistemi informatici della Regione Lazio (www.salutelazio.it) sta in queste ore bloccando tutte le attività sanitarie.

La rete sanitaria è sotto attacco compresa la rete vaccinale. La chiusura di tutti i servizi in rete bloccano di fatto la possibilità per i medici sul territorio di rilasciare certificazioni di malattia, o l’accesso decentrato agli archivi dei pazienti.

Al momento risulta impossibile eseguire la scelta del medico di base o accedere alle esenzioni dei ticket per patologia, o l’intera rete trasfusionale ma questi sono solo alcuni esempi di quanto grave sia questo blocco, necessario tra l’altro per preservare la privacy sanitaria dei pazienti di tutto il territorio regionale.

Un enorme danno per tutti i cittadini di una regione che ha lavorato duramente soprattutto nel periodo pandemico è che si è distinta per i risultati raggiunti come numero di prestazioni erogate e per la qualità delle stesse.

Il governatore del Lazio Nicola Zingaretti scrive su Facebook denunciando la gravità di quanto accaduto: “Da stanotte è in corso un pesantissimo attacco hacker contro i sistemi informatici LazioCrea che gestiscono prenotazioni vaccini. Un fatto gravissimo, blocca un servizio fondamentale. Ci scusiamo con i cittadini per gli inevitabili disservizi. Abbiamo segnalato alle autorità l’attacco e ringrazio tutti i dipendenti che da questa notte sono al lavoro per difendere la centrale e per tornare alla normalità”.

L’assessore alla sanità Alessio D’Amato: “È un attacco senza precedenti per il sistema informatico della Regione”.

 

Non perderti