Skip to content

Conclusa la 12 tappa del Longines Global Champions Tour. La Svezia trionfa, ottimi gli azzurri. Appuntamento a Roma la prossima settimana

Longines Global Champion Roma

Un weekend di grande classe per gli azzurri in gara con Piergiorgio Bucci nella CS12*145 che conquista la vetta della classifica davanti a Emanuele Gaudiano. L’aquilano Bucci terzo anche nella clou CS15* 150. Spinelli primo nella CS12* 145 a Barrage.

Ieri la svezia è stata incoronata vincitrice con la vittoria dell’amazzone svedese Malin Baryard-Johnsson. Oggi, al maschile, ancora la bandiera svedese sul pennone più alto del podio nella gara clou del CS15* 150 che chiude questo primo week end del concorso mondiale.

Il campione a squadre di Tokyo 2020 si impone nel barrage con 32.66 e nessun errore, in coppia con la sua baia olandese Glamour Girl, seguito da Julien Epaillard con un tempo di 33.08 in sella a Calgary Tame. Terzo l’azzurro Emanuele Gaudiano che, davanti al suo pubblico entusiasta, con il tempo di 33.97 e zero penalità, ha montato Nikolaj de Music. Niente da fare per Francesco Turturiello in quale, nella fase decisiva ha commesso due errori assieme alla sua Made In’t Ruytershof.

I cavalli hanno saltato bene tutti e tre i giorni, anche ieri un errore in Gran Premio con un cavallo di otto anni che ha fatto terzo nella gara grossa, quindi devo dire che sono molto soddisfatto di questo weekend” le parole di Gaudiano al termine della gara.

Piergiorgio Bucci trionfante nella 145cm a tempo del CSI5* con il tempo di 58.77 e nessun errore in sella al grigio Cochello davanti a Emanuele Gaudiano che uadagna la seconda piazza in in sella alla sua baia oscura Carlotta grazie a un ottimo 59.99 e zero penalità. Terzo posto per il numero due del mondo Peder Fredricson: lo svedese argento a Tokyo 2020 nell’individuale e oro a squadre ferma il cronometro a 60.10 assieme al castrone H&M Christian K.

Eve Jobs, protagonista nel primo weekend di gare con i suoi Paris Panthers nella Global Champions League di ieri, finisce appena sotto il podio (60.12) in sella a Charleville.

Per Bocci, a fine gara, “Vincere a Roma è sempre un’emozione molto speciale. Abbiamo un bel pubblico e io ho un cavallo velocissimo, per lui va bene attaccare gli ostacoli perché è un po’ timido e molto cauto per cui va bene così”. L’azzurro aggiunge: “La nuova location al Circo Massimo è fantastica e non credo potessero trovare di meglio. È al centro di una delle città più belle del mondo, e con Uliano (Vezzani, ndr) come chef de piste tutto diventa speciale. Il circuito è uno dei migliori al mondo e siamo molto felici di essere qui”.

L’azzurro François Spinelli trionfante nella categoria GP Cs12* 145cm categoria a Barrage. Il torinese ferma il cronometro su 36.83 in sella a Chacco Amicor Zm davanti alla norvegese Ingrid Gjelsten, che assieme al sauro belga Jackson Van den Bisschop ferma il cronometro sul 37.82 senza errori. Sul podio anche la nostra Clara Pezzoli: l’amazzone e il suo cavallo tedesco Valeur Devavite Z realizzano 42.62.

Appuntamento per la prossima tappa di nuovo al Circo Massimo di Roma dove ancora la cornice suggestiva della storia romana incornicerà di nuovo questo magnifico campionato mondiale.

 

Non perderti