Skip to content

Piazza Vittorio, un successo il connubio tra Sport e Sanità con la campagna “Vaccinati e scendiamo in campo”

Coni Lazio - Piazza Vittorio 2021

Presentata a Roma la campagna “Vaccinati e scendiamo in campo” grazie al progetto Compagni di Sport del CONI Lazio e la Regione Lazio con la partecipazione della Polizia di Stato, della ASL Roma 1, e la Federazione Medici Sportivi Italiani

Grande successo di pubblico per l’inaugurazione del villaggio dello sport a Piazza Vittorio, un villaggio dove, per la prima volta, il CONI Lazio incontra sulla sua strada la sanità regionale per la promozione della vaccinazione contro il Covid-19. La serata inaugurale ha visto la partecipazione del Capo della Polizia, Prefetto Lamberto Giannini, del Direttore centrale di Sanità del Dipartimento della Polizia Francesco Ciprani, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato, il Presidente del CONI Lazio Riccardo Viola, la Presidente del Municipio Roma 1 Sabrina Alfonsi, il Direttore generale della Asl Roma 1 Angelo Tanese, il Presidente della FMSI CR Lazio Carlo Tranquilli e il Presidente dell’Anec Lazio Leandro Pesci. La serata è stata impreziosita dalla presenza di Maria Centracchio, atleta in forza alle fiamme oro, medaglia di bronzo nel Judo alle recenti Olimpiadi di Tokyo 2020 nella categoria 63kg.

Il villaggio, allestito all’interno della rassegna cinematografca “Notti di Cinema”, offre postazioni sportive di Scherma, Boxe, Pentathlon moderno, dama, sollevamento pesi e badmington a disposizione di bambini, adolescenti ed adulti per provare attività sportive alla presenza di istruttori federali.

E’ stato allestito un posto medico avanzato fornito dalla Polizia di Stato per la somministrazione di vaccini anticovid, un mini HUB vaccinale. L’attività del servizio di vaccinazione anticovid proseguirà fino al 12 settembre.

“Da quattro anni, grazie al progetto Coni e Regione Compagni di Sport, siamo legati alla rassegna cinematografica promossa dall’Anec Lazio con la promozione dello sport tra i cittadini. Oggi, grazie alla Regione Lazio e alla Polizia di Stato, siamo andati oltre, lanciando questa campagna vaccinale che ci vedrà presenti per tutto il mese nelle iniziative che organizzeremo in giro per la regione. E’ una campagna sulla quale puntiamo tutti, perché con il vaccino ne usciremo prima possibile da questa terribile pandemia, quindi dico a tutti vacciniamoci, e facciamolo soprattutto per i nostri figli che sono il futuro del paese” le parole del presidente Riccardo Viola, Presidente del CONI Lazio

Il Direttore centrale di Sanità del Dipartimento della Polizia di Stato, Francesco Ciprani, afferma: “Noi non potevamo non aderire a questa iniziativa, perché viviamo quotidianamente questo luogo così come quotidianamente combattiamo questa pandemia. E’ una collaborazione straordinaria con la Asl Roma 1, la Regione e il Coni, e speriamo di uscirne il prima possibile da questa situazione grazie alla più ampia diffusione della vaccinazione”.

Per l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato“Oggi è un momento particolare, in un luogo particolare qual è Piazza Vittorio, insieme alla Polizia di Stato che ci accompagna in questo percorso di vaccinazione in tutta la città. Oggi abbiamo superato i quattro milioni di vaccinazioni nel Lazio e i dati dicono che siamo sulla strada giusta. Oggi lo facciamo insieme al mondo dell sport, con il Coni Lazio e la Federazione medici sportivi del Lazio i cui medici a breve saranno pronti a vaccinare. Continuiamo tutti su questa strada con serenità ma con grande determinazione e così vinceremo la guerra contro il Covid-19”

La conclusione del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: “Noi siamo a Roma, nel Lazio, che sarà la prima regione a raggiungere l’immunità di gregge perché a giorni avremo vaccinato l’80 per cento della popolazione. Questi risultati sono figli di un lavoro intenso, basato sulla logica di anticipare i rischi del virus, e lo abbiamo fatto fin dall’inizio inviando camper nei paesini della regione per vaccinare chi non poteva raggiungere facilmente gli ospedali, poi partendo con le farmacie, e anche se abbiamo raggiunto grandi risultati non ci fermiamo, quindi ora iniziamo anche con gli eventi sportivi, portando gli hub direttamente nei luoghi di aggregazione giovanile”.

POTREBBE INTERESSARTI: CONI VILLAGE A TALENTI

Non perderti