Skip to content

Evans si aggiudica la gara del sabato di Roma, la quarta del campionato del mondo

Formula E - Podio 4 round

Sorpassi e controsorpassi nel finale, alla fine Evans si aggiungica il 4 round del campionato

Le tribune si sono riempite sul circuito, il pubblico è arrivato ad onorare il gran premio di Formula E di Roma valevole per il 4 round del campionato del mondo.

Dopo il giro di ricognizione il via seguito subito da un incidente che ha coinvolto Rowland ed è subito safety car. Counvolto anche Gunther costretto al ritiro al primo giro. Con le bandiere verdi la situazione di testa è la seguente: Stoffel Vandoorne, Robin Frijns, Nyck de Vries, Antonio Da Costa, Jean-Eric Vergne.

A 29 minuti dalla fine con una staccata lunga Frjins tenta l’attacco su Vandoorne e riesce a passarlo in finale di rettilineo. Vandorne in seconda posizione superato anche da Da Costa sul passaggio sull’attack zone di piazza Marconi in cui necessita il passaggio largo attorno all’obelisco.

Nel giro successivo anche Frijns passa sull’attack zone ma riesce a mantenere la testa della gara.

A causa di una collisione penalità per doardo Mortara costretto a 5 secondi di penalizzazione mentre a 25′ dalla fine della gara Vandoorne tenta un attacco a Dacosta e prima lo affianca per poi superarlo subito dopo. Continua il duello tra le due DS della scuderia DS Techeetah che vedono prima il passaggio di Jean Eric Vergne seguiro dal compagno di squadra Antonio Da Costa.

La situazione attuale vede Vandoorne in 2^ posizione preceduto da Frijns. A seguire de Vries, Da Costa superato prima da Dennis e poi da Evans che portano il portoghese in 7 posizione. Dopo un contatto con Dennis Evans cede la posizione.

A 19 minuti dal termine la situazione di classifica vede Frijns in prima posizione seguito da Vandoorne, de Vries, Vergne, Dennis, Evans e Da costa ed un minuto più tardi il duello per la testa della classifica che interessa prima il sorpasso di Vandoorne per essere poi risuperato da Frijns che riprende la testa della gara.

Evans scatenato prende la terza posizione ai danni di de Vries e la situazione ora

A 14 minuti dalla fine del tempo Vandoorne supera di prepotenza Frijns e dopo 3 minuti circa lo stesso viene superato sia da Frijns che da Evans. Mancano 9 minuti e 50 quando Evans attacca il leader della corsa prendendo la testa della gara e la nuova situazione diventa la seguente: Evans in testa seguito da Frijns, Vandoorne, Dennis, Vergne e Mortara. Due minuti più tardi Dennis attacca Frijns congelando cosi’ la sutuazione fino alla fine del tempo regolamentare.

Nei 5 minuti di Extra time, Frijns attacca all’interno per riprendere la terza posizione per poi attaccare poco tempo Vandoorne e guadagnare la seconda posizione. La situazione resta stazionaria nel giro finale, con il brvido di detriti in pista che vede trionfare sotto la bandiera a scacchi Mitch Evans seguito nell’ordine da Robin Frinjns, Stoffel  Vandoorne, Jean Eric Vergne, Edoardo Mortara e Antonio Felix Da Costa.

 

 

 

 

 

 

Non perderti