Skip to content

Il quadrante nord est di Roma ancora in ostaggio delle fiamme

Incendio a Roma

Roma ancora una volta nella morsa degli incendi estivi. Tanta paura ed i cittadini aiutano vigili del fuoco e protezione civile

Ci sono volute ore per sedare un incendio che ancora una volta ha colpito il quadrante nord est della capitale. Questa volta la paura è stata tanta perché le fiamme sono arrivate a lambire residenze, devastando giardini e box delle abitazoni.

Colle degli Abeti, Ponte di Nona ed a salire fino a Casal Monastero, non sono bastate cinque squadre dei Vigili del Fuoco, coadiuvati da tanti mezzi dei volontari della protezione civile del servizio Antincendio.

Anche un elicottero ha dovuto spiccare il volo scaricando litri di liquido ritardante nell’ottica del contenimento dell’area nella morsa dei fiamme e fumo.I residenti rimasti nelle case hanno cercato di proteggere le loro abitazioni bagnando con secchi di acqua le zone limitrofe quando le fiamme si sono avvicinate pericolosamente alle abitazioni.

Il problema è sempre lo stesso – ci racconta un residente – nessuno si prende cura dei terreni incolti attorno alle nostre case. I terreni sono del Comune – afferma ancora – e manca la manutenzione del verde. I nostri giardini sono curati in linea di massima, ed il comitato di quartiere cerca di mantenere dignitosa e pulita l’area in cui abitiamo, ma non basta.

Intanto molti altri residenti non sono riusciti per ore a rientrare nelle proprie abitazioni dalle proprie famiglie perché la polizia locale ha gestito la viabilità bloccando le strade per questo episodio di emergenza.

E per fortuna ci sono i telefonini per mettersi in contatto con la prorpia casa ed avere un quadro più aggiornato della situazione da chi nell’inferno ci si trovava dentro.

Non perderti