Skip to content

Italia – Austria 2-1. Chiesa la sblocca ai supplementari, Pessina la chiude

Logo Italia
foto: Redazione

Gara complessa per gli azzurri che Trovano la qualificazione ai quarti in zona Cesarini

Riccardo CotumaccioServono i cambi di Roberto Mancini per svegliare gli Azzurri e conquistare, solo ai supplementari, la qualificazione ai quarti di finale degli Europei.

90’ di pura passione con un primo tempo gestito da noi e una ripresa dominata dalla fisicità austriaca, sfociata nel gol di Arnautovic al 70’ fortunatamente annullato dal Var.

Insigne non sposta molto e Immobile non ferisce (da segnalare solo un grande palo dalla distanza), dentro Chiesa e Pessina e finalmente inizia la festa italiana.

Nel primo supplementare i due subentrati segnano prima con un grande stop, dribbling e tiro dello juventino, poi con la classica imbucata del centrocampista atalantino. C’è spazio anche per la paura finale con l’Austria di Foda che accorcia le distanze con Kalajdzic.

Andiamo avanti noi con tutta la fatica dal mondo, non passa lo straniero.

Dichiarazioni:

Cosi il CT Mancini al termine della partita: “L’abbiamo portata a casa perché abbiamo meritato. Prima o poi il gol dovevamo prenderlo, ci sta. Nel primo tempo potevamo segnare un paio di gol, poi nella ripresa c’è stato un calo fisico. L’abbiamo vinta grazie ai giocatori che sono entrati con la mentalità giusta e l’hanno risolta, avevamo bisogno di gente fresca. Lo sapevo sarebbe stata difficile, forse più ancora dei quarti”.

Tabellino

Italia Austria 2-1 (primo tempo 0-0 – secondo tempo 0-0)

RETE: 95′ Chiesa (I), 105′ Pessina (I), 114′ Kalajdzic (A).

ITALIA (4-3-3): Donnarumma 7; Di Lorenzo 6.5, Bonucci 5.5, Acerbi 7, Spinazzola 7.5; Barella 6 (dal 68′ Pessina 7), Jorginho 6.5, Verratti 5.5 (dal 68′ Locatelli 6); Berardi 5 (dall’84’ Chiesa 8), Immobile 5.5 (dall’84’ Belotti 6.5), Insigne 5 (dal 108′ Cristante sv). All. Roberto Mancini 6.5.

AUSTRIA (4-2-3-1): Bachmann 7; Lainer 5 (dal 113′ Trimmel sv), Dragovic 6,5, Hinteregger 6,5, Alaba 5; Schlager 6,5 (dal 106′ Gregoritsch 6,5), Grillitsch 5 (dal 106′ Schaub sv); Laimer 6 (dal 113′ Ilsanker sv), Sabitzer 6, Baumgartner 6 (dall’89’ Schopf 6); Arnautovic 6,5 (dal 97′ Kalajdzic 6,5). All. Franco Foda 6.

ARBITRO: Anthony Taylor (ENG).

AMMONITO: Arnautovic (A), Di Lorenzo (I), Barella (I), Hinteregger (A), Dragovic (A).

Non perderti