Skip to content

Una rivoluzione silenziosa. Plautilla Bricci pittrice e architettrice

Nella rinnovata Galleria Corsini è in corso dal 5 novembre 2021 la mostra, a cura di Yuri Primarosa,“ Una rivoluzione silenziosa. Plautilla Bricci pittrice e architettrice”, visitabile fino al 19 aprile 2022, dedicata all’artista romana Plautilla Bricci (Roma, 1616 – pos1690).

Formatasi nella bottega del padre Giovanni, riesce ad ottenere i primi lavori attraverso l’intercessione paterna, come nel caso della commissione dell’opera autografa Madonna col Bambino custodita nella chiesa di Santa Maria in Montesanto. Non è il suo essere pittrice a renderla così interessante, quanto il suo ruolo di architetta, per la precisione la prima di cui abbiamo testimonianza documentaria. Tra i progetti da lei curati ricordiamo Villa del Vascello sul Gianicolo, commissionata dall’abate Elpidio Benedetti e la cappella di San Luigi IX nella chiesa di San Luigi de’ Francesi, in cui si occupò anche di dipingere la pala d’altare, attualmente in mostra. Tra le altre opere esposte è presente l’ambizioso progetto ideato per la scalinata di Trinità dei Monti (1660), la vasta lunetta da lei dipinta per i Canonici lateranensi (1669-1673) lo Stendardo della Compagnia della Misericordia (1675) e la Madonna del Rosario (1683-1687) entrambi provenienti dal duomo di Poggio Mirteto e restaurate per l’occasione.

La mostra è sicuramente un’occasione per gettare nuova luce sull’operato della Bricci e far conoscere al grande pubblico un’artista sconosciuta ai più, che è riuscita a farsi largo in una professione come quella dell’architetto, dominata nel XVII secolo unicamente dagli uomini.

Rubrica a cura di: www.bellaroma.info

Leggi qui tutti gli articoli di bellaroma.info

Non perderti