Skip to content

“Una vita da social” e  “Scuole sicure”

foto esterna: Ufficio Stampa
Villa Doria Pamphili. La Polizia di Stato incontra 3000 studenti per la cerimonia di chiusura delle campagne di sensibilizzazione “Una vita da social” e  “Scuole sicure”.  Madrina dell’evento Paola Cortellesi. 
 

 

È stato un successo la X^ edizione della campagna educativa itinerante della Polizia di Stato e del Ministero dell’Istruzione e del Merito “Una vita da social”, nell’ambito del progetto “Generazioni Connesse”. L’evento conclusivo, organizzato dalla Questura di Roma, d’intesa con il Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica di Roma, sotto l’egida della Segreteria del Dipartimento- Ufficio Relazioni Esterne e del Servizio Polizia Postale, si è svolto stamattina all’interno del meraviglioso parco di Villa Doria Pamphilj.

Gli oltre 3000 studenti presenti, che durante l’anno hanno partecipato con entusiasmo al progetto Scuole Sicure, hanno trovato ad attenderli non solo il Truck della Polizia Postale, ma anche il Camper Rosa della campagna “Questo non è amore”, il Nucleo Artificieri, le Squadre dei Cinofili, il Reparto a Cavallo, la Squadra Fluviale, l’Ufficio Sanitario, la Polizia Scientifica, le Fiamme Oro, le bellissime auto storiche della Polizia, la Polizia Stradale, la Polizia Ferroviaria, il Reparto Volo, i mezzi del Reparto Mobile e l’ormai immancabile Lamborghini con i colori di istituto che, con il suo inconfondibile stile, catalizza sempre l’attenzione dei giovani e di tutti i partecipanti. Un contributo importante è stato dato anche dalla Protezione Civile e dai volontari dell’A.N.P.S.

 

All’evento hanno partecipato anche gli amici dell’Associazione Donatori Nati.

Sempre emozionante l’esibizione della Fanfara a Cavallo della Polizia di Stato che, come tradizione, ha chiuso il concerto con il “Canto degli italiani”.

Madrina dell’evento è stata l’attrice Paola Cortellesi che ha tenuto dal palco del Truck una bellissima  lezione di legalità, coinvolgendo tutti i ragazzi presenti in un dibattito sul tema del bullismo.

Sul palco anche il calciatore dell’AS ROMA Marco Cassetti, e le atlete delle Fiamme, Valentina Vezzali, Viviana Bottaro, e  Maria Centracchio, tutti uniti nel ribadire l’importanza dello sport nel processo educativo dei ragazzi.

All’iniziativa, oltre al Prefetto di Roma, Lamberto Giannini e al Questore di Roma Carmine Belfiore, hanno partecipato i dirigenti degli Uffici provinciali delle specialità della Polizia di Stato, il Presidente del XII Municipio Elio Tomassetti, il Comandante del II NOM – Nucleo Operativo Metropolitano –  in rappresentanza del Comando Provinciale della Guardia di Finanza ed il Comandante del XII Gruppo Monteverde Polizia Locale Roma Capitale.

Non perderti