#Sport Paralimpici

A Roma giurano 13 poliziotti paralimpici

Non più poliziotti solo nell’animo, da oggi 13 atleti sono entrati a far parte del ruolo tecnico della Polizia di Stato

Poliziotti non più solo nel cuore: 13 atleti paralimpici: 7 uomini e 6 donne del gruppo sportivo Fiamme Oro, oggi, alla presenza del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Prefetto Vittorio Pisani e del Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, entrano a far parte, formalmente, della Polizia di Stato prestando giuramento  a conclusione di un corso di formazione iniziato lo scorso 16 gennaio.

Si tratta di un momento importante per tutto il movimento paralimpico e, soprattutto, per lo sport nazionale. Un altro passo verso la totale parificazione tra atleti normodotati e paralimpici, che elimina un’altra barriera e che si inserisce nel percorso di inclusione portato avanti dalla Polizia di Stato ormai da alcuni anni, nel quotidiano e nello sport.

Grazie alle loro straordinarie capacità e agli strepitosi risultati conseguiti a livello internazionale, gli atleti cremisi paralimpici rappresentano oggi un esempio per tanti giovani ragazzi portatori di  disabilità. Gli atleti entrano a far parte del ruolo tecnico-scientifico della Polizia di Stato assunti, a tempo indeterminato, come agenti tecnici.

Sin dal 2012 le Fiamme oro della Polizia di Stato avevano intrapreso un percorso di grande attenzione alla promozione dei valori dello sport paralimpico, iniziando a tesserare gli atleti per i propri gruppi sportivi, grazie ad un accordo di collaborazione con il Cip.

La Polizia di Stato, nell’ambito di un percorso voluto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza volto all’utilizzo dei più moderni canali di comunicazione visiva, ha presentato a Marzo alla XVIII edizione di Cortinametraggio, il corto “Segni molto particolari” realizzato da Alessandro Parrello produttore con la West 46TH Films  e da   Maddalena Mayneri e Roberto Ciufoli.

“SEGLI PARTICOLARI” è un inno all’inclusività e al valore della diversità: Laura, la protagonista, è una campionessa di nuoto, cieca dalla nascita che, entrata in Polizia come agente tecnico, al termine della sua brillante carriera sportiva nel Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, sarà impiegata in un Commissariato, iniziando così un nuovo e stimolante percorso professionale. Dotata di grande intuito ed empatia, Laura saprà dimostrarsi una risorsa preziosa per il Commissariato e riuscirà, con l’aiuto dei sui colleghi, a risolvere un caso misterioso.

Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico

A Roma è nata la Citta’ Paralimpica